« realismo un po' magico | Principale | hard walking »

26/03/2006

Commenti

untitled io

oh sì, è deplorevole, mi associo.

demetrio

è vero.

concordo. e infatti io vi ho messi al primo e al secondo posto per dire.

d.

Fainberg

Scusate, ma di cosa state parlando?

untitled io

di politica interna :)

palmasco

Giusto! di politica interna.

Cioè, Fainberg - e intanto grazie per la domanda -, di viscere.
Viscere.
Le viscere sono una parte del corpo capace di movimento, anzi spesso protagoniste di movimento, perlopiù involontario.
Questo non vuol dire che siano una parte del corpo stupida o incompetente, né che il movimento sia sgraziato o sempre inopportuno. Certo le viscere non hanno accesso alla luce del sole, almeno nella maggiore e più fortunata parte dei casi, oscurità che rende necessario un certo controllo sulle conseguenze del loro movimento, che non sempre è giustificato né opportuno, ma se per questo neanche è sempre necessario o desiderato, controllo sul movimento che implica e secondo me giustamente deve implicare, per salute ed equilibrio, anche lasciare che traspaia (il movimento).
Quindi sì, il movimento è viscerale, non osceno!

Di argomenti Fainberg, razionali dico, non viscerali, ce ne sono da entrambi le parti, da un lato il fronte del sul mio blog faccio come mi pare con pieno diritto, ci mancherebbe...!, oppure se quel blog non lo leggo, perché mai dovrei segnalarlo?, sul fronte contrapposto, le ragioni del la rete è comunque un servizio, di connessione in particolare, non ci sono dubbi che se mandi qualcuno a leggere io e palmasco, costui potrebbe avere una curiosità intuitiva e molto comprensibile di dare un'occhiata anche a palmasco, per cui dando il link faresti sicuramente un buon servizio al tuo lettore..., argomenti Fainberg, che essendo entrambi ragionevoli, alla fine si scelgono inevitabilmente con le viscere, che lo si sappia o no.

Perché allora non mostrare di passaggio, con poche righe, anche le mie di viscere?
Ho letto per mesi tutti questi che linkano io e palmasco e non palmasco, e ne restavo sorpreso e indispettito, più sorpreso però, il prezzo di un link in fondo è zero, come fanno a non assecondare la curiosità filologica dei loro lettori, ma sceglievo di tacere. Poi una mattina...
Ripeto: il movimento è viscerale, non osceno.
:-)

mauro

non ci avevo pensato a questa cosa dei gemelli siamesi. Non separi tez ciò che i blog hanno unito

palmasco

Ciao Mauro,
intanto ti ringrazio di esserti sentito coinvolto al punto da aggiungere palmasco, con la dovuta ironia, al tuo blogroll:-)

Aggiungo anche, a tuo beneficio, che siccome linki untitl.ed e non io e palmasco, il mio post e le mie antipatie non sono dirette a te: non essendoci il nome palmasco nel tuo blogroll, viene a mancare l'eventuale interesse filologico :-)

Con tutta l'ammirazione che ho per il lavoro e il blog di untitl.ed, e per untitl.ed in persona, "gemelli siamesi" mi sembra una definizione eccessiva e inappropriata per definire la nostra relazione, in fondo il dialogo è un tipo di scambio che permette di comprendere le posizioni dell'altro, ma lascia i soggetti coinvolti sostanzialmente invariati e diversi tra loro...

un saluto, palmasco

mauro

"Siamesi" mi è stato suggerito (scherzosamente) non dalla relazione sostanziale, ma da quella nominale; non mi sono sentito offeso, anzi queste dichiarazioni passionali le apprezzo, anche se non sono io il destinatario. Un problema diverso e personale, semmai, è che da lungo tempo ho perduto il controllo del mio blogroll, ormai mi sovrasta.

Fainberg

Capito. Credo. Circa.

I commenti per questa nota sono chiusi.

New York

Los Angeles

La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 02/2004

shinystat